Roma, i NAS rilevano il virus Covid-19 sui mezzi pubblici

Roma, i NAS rilevano il virus Covid-19 sui mezzi pubblici

I NAS dei Carabinieri hanno effettuato delle verifiche in tutta Italia per accertare la presenza di COVID-19 sui mezzi di trasporto pubblico. L'indagine era volta a verificare sia l'efficienza della sanificazione dei mezzi, sia l'eventuale resistenza del virus a queste azioni preventive messe in campo.

Sulla metropolitana di Roma c'è il COVID-19

A differenza di altre città a Roma è stato rilevato il COVID-19 sui mezzi di trasporto pubblico. Per la precisione su 42 campioni esaminati, 11 campioni sono risultati positivi. I NAS precisano "c'è da fare una precisazione, non abbiamo contezza né della sua carica virale, né della sua capacità di poter infettare qualcuno" e anche chi svolge le analisi precisa "dire che il covid viaggi sui bus è esagerato, se lo cerchiamo lo troviamo un po' dappertutto e anche la presenza, che c'è, non è così consistente".

Il virus è stato trovato su poggiatesta, maniglioni delle porte, pulsanti per la richiesta della fermata e complessivamente nei punti più frequentemente toccati dagli utenti.

Sta di fatto che in altre città, come Milano e Torino, le stesse analisi hanno certificato che il virus non è proprio presente. Sorge spontaneo chiedersi se la sanificazione sia più efficace o il comportamento dei fruitori sia diverso, ma in entrambi i casi avere dei mezzi trasporto "covid free" è possibile, con la volontà di tutti e senza sottovalutare la regole che ormai abbiamo appreso tra cui lavarsi le mani.

L'ipotesi dei carabinieri è che alcune persone asintomatiche abbiano utilizzato i mezzi pubblici diffondendo così il virus sui veicoli del trasporto pubblico dopo la loro sanificazione. 

COVID-19 sui mezzi pubblici, cosa fare?

Preso atto che sui mezzi pubblici il virus è presente, vale la pena ricordare che il contagio non avviene solamente toccando una superficie contaminata. Il virus deve arrivare agli occhi, naso o bocca per infettare la persona. E per questo mascherine e lavaggio delle mani è essenziale.

Prima di usare un mezzo di trasporto pubblico è consigliabile indossare una mascherina FFP2 (o KN95) e non toglierla fino a dopo la fine del viaggio e il lavaggio delle mani. La caratteristica di queste mascherine è infatti la capacità di filtraggio di ciò che si respira e quindi aiutano a tener lontano il virus da naso e bocca. Per questo è fondamentale non toglierla, toccarla, abbassarla o peggio ancora indossarla sulla barba (che dimezza l'efficacia).

Infine è fortemente consigliabile il lavaggio delle mani, a conclusione del viaggio, approfondito e per almeno 1 minuto consecutivo, con sapone. Questa pratica aiuta a rompere le membrane del virus eventualmente presente e quindi, o a rimuoverlo  meccanicamente con la schiuma del sapone, o renderlo inefficace. In alternativa anche i gel sanificanti a base di alcool aiutano e sono pratici da portare con sé.

Il servizio di FanPage da Youtube